Warning: mysql_real_escape_string(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.pierparimbelli.it/home/site/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1191

Warning: mysql_real_escape_string(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.pierparimbelli.it/home/site/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1191

Warning: mysql_real_escape_string(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.pierparimbelli.it/home/site/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1194

Warning: mysql_real_escape_string(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.pierparimbelli.it/home/site/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1194

Warning: mysql_real_escape_string(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.pierparimbelli.it/home/site/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1197

Warning: mysql_real_escape_string(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.pierparimbelli.it/home/site/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1197
Blog « Pier Parimbelli

First

.

.

.

_DSC2547

 

.

.

.

Home

.

top

.

.

.

.

.

Lo sguardo

.

.

.

Lo sguardo di Vivian Maier

.

libro maier

.

.

.

Nanny Exhibition

.

.

.

 

.

home

top

.

.

.

.

Finding Vivian Maier

.

.

.

_DSC9897

Mostra 2012 – Galleria dell’incisione – Brescia

.

.

.

Alla-ricerca-di-Vivian-Maier-John-Maloof-Charlie-Siskel-DVD

Sabato 4 ottobre 2014,
dalle 18 alle 24

in occasione della Notte della Cultura di Brescia, la Galleria dell’Incisione (via Bezzecca, 4) presenta in anteprima “Alla ricerca di Vivian Maier”, DVD con film e libro edito da Feltrinelli per la collana Real Cinema, che sarà in libreria a partire dall’8 ottobre.

Chi era Vivian Maier? Qual è il suo posto nella storia della fotografia del Novecento? Fotografi, artisti, critici, psicanalisti ci accompagnano nella scoperta di un’artista indiscutibile e ormai riconosciuta a livello internazionale, e ci aiutano a svelare il mistero della vita di una bambinaia di professione che fece della street photography la sua passione segreta. Il libro, intitolato La bambinaia fotografa, è a cura di Naima Comotti.

Saranno inoltre in esposizione alcuni scatti della fotografa la cui storia ha fatto il giro del mondo e di cui proprio la Galleria dell’Incisione ha organizzato nel 2012 la prima mostra in Italia.

.

.

.

.

.

 

home

top

.

.

.

Munari retrospettiva

.

.

.

Bruno Munari

.

.

 

 

…………………………..ORIG4399-2ORIG4398-2ORIG4397-6

.

.

.

ToporagnoMunari Politecnico – Milano

.

.

.

.

La città di Milano e il Museo del Novecento dedicano una retrospettiva al poliedrico e visionario Bruno Munari (1907-1998).

In questa occasione e partendo dalla sua serie di «Macchine Inutili», Luca Zaffarano  traccia un ritratto a tutto tondo di questo artista eclettico che Arshake pubblica in cinque parti, con cadenza settimanale.

Le Macchine Inutili diventano filo conduttore di un racconto che si ricollega alle molteplici sfaccettature dell’artista, illustrato da fotografie inedite scattate da Pierangelo Parimbelli.

.

.

.

(12 marzo 2014)     Bruno Munari e le «Macchine Inutili». Parte I.

(19 marzo 2014)     Bruno Munari e le «Macchine Inutili». Parte II.

(25 marzo 2014)  Bruno Munari e le «Macchine Inutili». Parte III.

(01 aprile 2014)  Bruno Munari e le «Macchine Inutili». Parte IV.

(08 aprile 2014)  Bruno Munari e le «Macchine Inutili». Parte V.

.

.

.

.

_DSC8129-2

 

.

MunArt – The most complete website dedicated to Bruno Munari

.

.

.

.

.

|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

.

……………..10

………London_Polaroid …………………London_Concav-Convex……….Pensare confonde le idee………..Omaggio a Bruno Munari

05_DSC4272

Ballocco & Munari

.

|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

.

.

.

Home

.

.

Sister & Brother

.

.

.

.

asinelli_rid

.

.

.

Welfare

.

.

home

top

.

.

.

.

Energia Futurista

.

.

.

tmp_ORIG0114~2-787591328

 

 

.

.

.

Home

.

top

.

.

.

.

 

Mantova

.

.

.

Mantova

.

.

.

.

.

Home

top

.

.

.

.

Sottobosco

.

.

.

08brembo-da-santa-giulia-Modifica

.

home

top

.

.

Wings

.

.

.

rid_07_bw_Flexaret_scan118

.

.

.

Home

.

top

.

.

.

Summer

.

rid_bw_Flexaret_scan311

(F i l m)

.

.

.

Home

.

top

.

.

.

.

.

Y

.

.

.

.

top

.

.

Handbags

.

.

.

.

Home

.

top

.

Tutti i pensieri del mondo

.

.

 


.

top

.

Don Quixote

.

.

.

.

top

.

.

_ ||| ||_

.

.

( film )

.

.

top

.

.

Scrivere

.

.

.

.

Rende selvatici la scrittura.
Si torna a una selvatichezza di prima della vita.
E la si riconosce subito, è quella delle foreste,
quella antica come il tempo.
Quella della paura di tutto,
distinta e inseparabile dalla vita.
Ci si accanisce.
Non si può scrivere senza l’energia del corpo.
Bisogna esser più forti di se stessi per affrontare la scrittura,
bisogna essere più forti di ciò che si scrive.

(M. Duras – Scrivere)

.

.

Top

.

.

Bruno Munari

 

.

                      
…………………..Concave – Convex – London                                           Munari – Brescia                 Omaggio a Bruno Munari

.

Munart

.

Bruno Munari – Il multiplo come manifesto – Notizie d’arte su Editaliarte

Brazilian Pavilion at the Venice Biennale

.

.

.

\Ψ (/∫

.

.

.

.


Top

.

.

Passi

.

.

.

 

A luci spente

.

.

Top

.

Home

.

.

Welfare

.

.

.

 

.

.

Sister & Brother

.


Home

.

top

.

.

.

.

@

.

.

.

.



Polaroid –  Concave-Convex  –   Bruno Munari   –  Munart  –  Estorick – London


 

Home

Top

.

——::::||||||||||||

.

.

.

.

Top

.

°|° ###

.

.

.

Ancòna

.

Top

 

.

| |:.

 

Home

Top

Horse

.

.

 

.

.

Top

.

.

\V//

.

 

.

 

Top

.

|O|

 


 

 


 

Top


Infinita_mente

.

.

 

.

Top

.

.

A

.

.

 

.

.

Top

.

Black

.

.

L’impronta del nostro essere
non può rimanere schiava
delle credenze

.

 

 

Carsten Nicolai

Anselm Kiefer

Hangar

Top

.

.

Red

.

.

.

Bruno Munari

.

.

 

Top

Sunlight

.

.

.

Top

.

.

Ostacoli

.

.

.

.

Top

.

.

Strati effimeri

.

.

.

.

,

Top

.

Dita

.

.

Il riposizionarsi i capelli
dopo che il vento
ha infilato le sue dita.

.

Top

.

.

Donna con ermellino

.

.

.

Home

TOP

.

Vivian Maier

.

.

.

 

.

.

Nanny exibition

Galleria dell’Incisione

top

.

.

.

.

Tempo

.

.

Nella mezz’ombra
tutto ha un senso

.

 [ TOP ]

.

Scorribande

.

.

Il gesto non s’addiceva all’età,
con frequenza si reiterava
sottolineando ogni volta
il piacere dello stare li
e la morbidezza sotto le dita.

Anna era al centro del mare,
mentre le onde sollevavano le tese
trapelava di lei quel sorriso
che ancora a divenire,
mostrava dolce civetteria.

Dopotutto non pensava
ad altro che al sole,
a quell’estate,
dove Ella si permetteva
di fantasticare
le scorribande del mare.

.

 [ TOP ]

.

Summer

.

.

Listen

.

[ TOP ]

.

Tutte le voci del mondo

.

.

La mia generazione che urla
con saggia pazzia
delle storie delle mutazioni
dell’imponenza della natura
del cambiamento accettato.

Il cielo ascolta e vede ciò che può risolvere.
Senza rituali invalidi, solo consapevolezze
già in noi ribollenti e coraggiosamente
vive.

.

[ TOP ]

.

Vespro

.

baso-contr

.

Amorfa asperità
nel fluttuante vespro,
spuntante spigolo
consono al pensiero.
Rimasta così avvolta
per il periodo antecedente
senza la resa di conto.

A capo chino
si trascinava
pensando
superbia.
.

.

[ TOP ]

Anse di sorpresa

.

.

Lineare pur non apparendo,

in cerca di scorciatoie inesistenti
incontrando le anse di sorpresa
e duratura  fermata davanti
a quegli stampaggi
da performances

rigurgitati nelle sere di temporale.

.

[ TOP ]

.

 

Start Living Again

 

 

Start Living Again (SLA)
Cultura fotografica in movimento per chi non può muoversi

Dal 23 giugno al 22 luglio 2012
Castello Colleoni
Solza (BG), Piazza Bartolomeo Colleoni, 2

da lunedi a giovedi: dalle ore 9 alle ore 18

Nel mese di luglio venerdi, sabato e domenica fino alle 24,00
5, 14, e 19 luglio  dalle 9 alle 24

Ingresso libero

Apertura: 23 giugno ore 19.30.

Mappa come arrivare:
http://it.mappy.com/map#d=Piazza+Bartolomeo+Colleoni,+24020+Solza,+Bergamo+

LINK
http://www.castellocolleoni.it
http://www.circolofotografico.eu
http://www.aisla.it
http://www.fondazionebracco.com

————————————————————————————————————————————————————

Apre il 23 giugno presso il Castello Colleoni di Solza (Bg) la terza tappa della mostra fotografica a favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA Onlus), promossa dal Circolo di Cultura fotografica e sostenuta da Fondazione Bracco.

Con l’acquisto delle immagini e del catalogo dell’esposizione sarà possibile sostenere la ricerca contro la SLA.
“Start Living Again (SLA)” è il titolo della mostra fotografica che verrà aperta il prossimo 23 giugno alle 19.30 a Solza (BG) presso il Centro Castello Colleoni, che ha…. Continua

 

Anteprima fotografie

Vi aspettiamo!!!

 

 facebook

 

[ TOP ]

Home

 

Si

.

Si può fare

al castello di Solza

.

.

.

Castello Colleoni Solza

[ TOP ]

Home

.

Un altro piano

.

 

.

E’ facile essere attratti
difficile staccare lo sguardo.
Ogni movimento cambia la visione
spostando lo sguardo su un altro piano,
forse quello più intangibile del sogno ripetuto.

.

[ TOP ]

Home

.

Cloudy

.

.

.

[ TOP ]

.

Di fili e di storie

.

.

.

.

“Hai capito benissimo”, ha detto Spino.
“Ora ha una barba scura,
anche i capelli gli si sono scuriti,
non sono più così biondi come nella foto,
ma il viso conserva ancora qualcosa di infantile,
è stato qualche giorno da me sotto ghiaccio,
le persone che lo hanno conosciuto tacciono,
niente,
nemmeno una telefonata anonima,
come se non fosse mai esistito,
gli stanno cancellando il passato”.

-Il filo dell’orizzonte-
A. Tabucchi

 .

[Home]

top

.

.

Dentro

.

.

 

 .

.

Non è possibile specchiarsi
eppure si tratta di riconoscere
cosa si nasconde dentro.

.

.

Premesse

.

Considerando le premesse
abbiamo buoni motivi
per credere che,
prima o poi,
ne vedremo delle belle.

.

Top

.

13 Marzo 2012 – Invito

———————————————————————————————————————————————–

———————————————————————————————————————————————–

Martedi 13 Marzo 2012 – Invito – CDI – Milano

 

La Mostra per raccogliere fondi per la ricerca sulla SLA
si sposta e va al
Centro Diagnostico Italiano
via Saint Bon 20 – Milano

fino al 15 maggio 2012.
Lun – Ven _ 7,00 / 19,00
Sabato _ 7,00 / 12,00

Partecipate numerosi, e se potete venite a trovarci
all’inaugurazione il 13 marzo alle 12,00!

Ricordiamo che tutte le offerte vanno in beneficenza e che si possono avere sia le singole foto sia i cataloghi a fronte di offerta da fare sul sito di AISLA

—————————————————————————————————————————————————-

 

VEDI LE FOTOGRAFIE

 

—————————————————————————————————————————————————–

COME DONARE

Sarà  possibile prenotare copie delle fotografie inviando una richiesta tramite e-mail all’indirizzo: info@aisla.it.

In particolare, per ricevere le foto è richiesto un contributo minimo di Euro 100 per Stampa fine-art giclée su carta perla montata da mostra e di Euro 60 per Stampa fine-art giclée su carta perla.

Potete richiedere anche copia del catalogo della mostra sempre scrivendo a info@aisla.it – il contributo minimo richiesto è di € 15.00.

—————————————————————————————————————————————————-

Febbraio

.

Scivolando a valle
senza più appigli
scoprendo
la morbidezza
della salita.

 

.

Top

Home

.

.

Tempo

.

.

.

Velluto blu

Notte disperata
non può essere crudele,
pensieri irrequieti
turbano l’amor vano.

Come velluto blu
il ricordo aleggia informe,
la ragione mi è estranea
bellissimi attimi ora nega.

Ovunque sia l’amore
non mi ascolta
distratto ai miei lamenti
avanza il tempo lenitore.

Il giorno porterà tregua
a questo cuore a brandelli
risalirà l’impervia china
fino all’intravisto tramonto.

(November 2003)

 

.

Risalire

.

.

.

I tempi erano stretti,
il minimo indugio le ricordava
che sarebbe sprofondata
in quella zona dove
tutti i pensieri
non avevano respiro,
non avevano più diritti,
più nessuna voce.

Anna per questo
non si fece sentire
per molto tempo con lui,
non doveva sapere,
detestava scivolare
detestava
risalire ogni volta.

.

.

top

.

20 Dicembre 2011 – Milano

.

.

Mostra Fotografica

Invito alla Mostra
“StartLivingAgain” – Pavia, 12 dicembre 2011, presso Fondazione Maugeri
e dal 13 al 23 Dicembre presso la Sede AISLA, via Orteles 23 Milano

Siete tutti invitati a visitare la mostra di beneficenza per la raccolta fondi in favore di AISLA.
Qui potete vedere altro
www.mostra.circolofotografico.eu/mostra-sla/
Sarà disponibile anche un bellissimo catalogo che potrete ricevere se, non appena sarà possibile, effettuerete una donazione on-line sul sito www.aisla.it

______________________________________________________________________________

This is an invitation to the Exhibition
“StartLivingAgain” – Pavia, December 12th, 2011 c/o Fondazione Maugeri
and from Dec 13th up to Dec 23th at AISLA Centre, via Orteles 23 Milano

Gents, you all are invited at “StartLivingAgain”, an exhibition promoted to collect charitable funds in favour of AISLA Association.
Here are other infos
www.mostra.circolofotografico.eu/mostra-sla/

As soon as available it will be possible to provide as well on-line donations via www.aisla.it, getting in change the beautiful exhibition’s Magazine with all the displayed pictures.

|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

http://mostra.circolofotografico.eu/

http://www.facebook.com/CircoloFotograficoCF

http://www.flickr.com/photos/3f/

Flusso

.

.

 

.

.

Prova a premere i tasti
in modo che il flusso dei sogni
segua il percorso che desidera.

Ad Anna piace sentire il suono che si diffonde
attraverso il vento dei suoi pensieri.

Può capitare qualche stonatura,
che importa, gli errori servono.

.

.

top

Morning

.

.

 

.

.

.

Quel mattino, svegliatosi
si accorse di non aver chiuso le persiane
la sera prima.

Strani colori entravano dalla finestra,
si alzò ed appoggiò il naso al vetro.
Le nuvole erano basse e scure,
pensò che quella
sarebbe stata una giornata particolare.

Si spostò all’altro vetro,
il suo respiro le impediva
di vedere quello spettacolo,
quasi un intermezzo d’opera.
Dolce pausa del suo essere.

Stette ad ascoltare.
Ad Anna piace stupirsi.

.


.

.

Catalogo Mostra CircoloFotografico.eu 2011 - a Milano al PHOTOSHOW 25 – 28 marzo 2011 - Fiera Milano City, Pad. 3

25 – 26 – 27 – 28 Marzo 2011

Photoshow – Milano

Dal virtuale al reale, 40 fotografi per un obiettivo” – mostra di beneficienza

Fa parte del circuito di Photofestival anche questa collettiva dei membri di un gruppo fotografico unico nel suo genere.
Un caleidoscopio di stili, approcci e backgrounds per una mostra il cui ricavato sarà devoluto alle attività di Mwendo, associazione di volontariato impegnata nella diffusione di una cultura della solidarietà internazionale.“
(www.circolofotografico.eu)

CF – Cultura Fotografica

Sorridi

.

.

 

.

.

.

E mi stai a guardare.
Saliamo un gradino dopo l’altro
ho mano ferma, fidati.

Appare come sfumatura
il sogno del divenire.

E mi stai a guardare.
Ora appoggiati a me,
riposa,
riprendiamo sicuramente,
nemmeno un pezzo mancherà.

Ti volti
e mi stai a guardare,
sorridi.

.

 Top

Home

.

.

Sguardi

.

.

.

.

.

.

Aveva passato circa un mese al mare ed era inverno.
A quel tempo si usava mandare i figli alle colonie marine, essendo di famiglia che non si poteva permettere nulla oltre l’essenziale.
Questo soggiorno aveva due aspetti per lui, uno di curiosità l’altro di mancanza.
Erano ben bilanciati, di giorno il mare che non aveva mai visto e le passeggiate per mano all’amico che conosceva, il passamontagna e i calzoncini corti .
Di sera la cena e il momento di andare a letto, dove le mancanze si acuivano. Poi le paure delle assistenti molto severe. Una bambina si fece la pipì addosso, le misero le mutande in testa e la mostrarono agli altri bambini.
Aveva circa sei anni, con le paure del mondo amplificate da quelle situazioni. Che poteva fare se non piangere.Il giorno e la notte erano in lui. Il mare grande, il vento  e le onde non lo spaventavano, anzi, aspettava il giorno per respirare.
Possiede ancora una foto di loro due sulla spiaggia, ambedue con cappottini, il suo cucito dalla mamma, pantaloni corti, un calzino giù e l’altro su.

Finita la vacanza si tornava a casa, salendo sul predellino del treno con fatica, conquistando gradino dopo gradino, con passi da gigante, il posto vicino al finestrino. Vedeva scorrere i paesi sul mare, in cuor suo era contento di tornare, non vedeva l’ora.
Durante una delle fermate in questi paesi, appiccicato al finestrino appannato vide una piccola figura, il treno era fermo, pulì il vetro.
Una bambina osservava incuriosita noi che stavamo su quel treno appiccicati ai vetri.
Ci fu un momento in cui il bambino incrociò lo sguardo di lei, non sa quanto durò ma abbastanza per lasciare un segno.
Il loro sguardo non deviò un solo istante, era come magia.
A lui venne una cosa strana nella zona dello stomaco che non lo abbandonò mai. Una di quelle cose che ancora adesso gli succedono e che lo riportano a quel ricordo incancellabile.
Forse sono cose che ci fanno persone che ci fanno scoprire quanto è bello ciò che abbiamo dentro.

.

.

.

.

top

.

.

edit –  7 febbraio 2011

.

.

Prefazione d’amore

.

.

.

.

.

Prefazione d’amore

Le complessità
il risultato dell’essere,
viverle.

Quanta strada ancora
con piedi graffiati,
mani aperte.

Giustamente così
rinvigorendo libertà,
non senza.

Passa sempre a fianco
per una volta prendilo,
il tempo.

Metti la mano
nella mia tasca,
la mia sul tuo viso.

Pensare potrebbe far del male.
Restando in superfice potrebbe far bene,
ma poi non si è noi.

Siamo forti,
noi

.

.

top

.

.

Perdere

.

.

.

.

Non perdere il sorriso, mai

.

.

top

.

.

Four hands

.


.

.

Quando nell’anima
ti arriva la poesia
e non ti lascia più.

.

.

Listen

.

Top

Home

.

Passaggi

.

 


 

 

Top

.

.

# 05

.

.

Vado

Vado con la mente ai ricordi di bellezze giovani,

prendo la borsa delle ansie, con mani tremanti

le immergo, ho le paure di anni nel palmo

verso la luce del crepuscolo le soffio

s’allontana ogni mia pressione

vieni mio desiderio

mio amore

ora

tu

sei

il mio

cuore sognatore

esplosione di desiderio

irrompimi mettendo sconquasso.

Ritorna l’alba fresca di un nuovo inizio

nulla è perduto, tutto da riprendere, da ricominciare

giovane è ora il mio amore, s’è destato pieno di forza tua

tenerezza.

Si io

.

.

top

.

.

# 04

.

.

21 marzo
Poesia

Oggi sarebbe stato il suo compleanno

.

Riporto quello che scrissi dopo averla ascoltata per la prima volta il 10 novembre del 2003.
(La fotografia è del 25 marzo 2009 a Monza)

—————————


Ascoltare Alda Merini

Sono sulla A4, torno a casa.
Viaggio a novantallora sulla corsia di destra, sono sciolto non ho alcuna fretta, anzi rallento tutti mi passono sfrecciando, io no.
Ho in corpo un pomeriggio di poesia, che a tratti tocca il cielo. Lei la signora che con il suo entrare con fatica e il palco da scalare sembra mia madre appena uscita di casa per andare al mercato. Lei che quando parla trascina le parole, ma quando elargisce la sua poesia diventa un angelo e ci copre di musica.


Lei che ci mostra la forza, che le parole danno ai sentimenti e poi ride, si ride delle sue vicende, che forza! Il manicomio arriva persino a ringraziare, dieci anni. Lì ha assorbito la fragilità e la forza della sofferenza dei suoi compagni di strada. Lì ha maturato la sua poesia, l’amore. Dice che ama il mondo anche se l’ha fatta soffrire, e ride fa battute sulle sigarette sul ministro della salute, accende una sigaretta, poi di contro ricorda di aver avuto persone che ne sono morte e descrive la cosa in modo toccante e poetico nonostante tutto, forse è questo che la salva.


La sala della meravigliosa villa è piena di gente, appena entra scoppia un applauso, seduta al tavolo si guarda attorno, aggiusta il microfono, si lamenta della mancanza della musica e della poca organizzazione, dice che non è possibile che non abbia in quel momento uno dei suoi libri e chiede che si provveda a recuperarlo.
Penso alla mia copia che ho in borsa, mi batte il cuore quasi non riesco ad aprire la zip della tasca, mollo giacca e il resto, due passi e sono davanti a lei, glielo porgo e mi sorride ringraziandomi.
Inizia la musica e inizia a leggere, dal mio libro, ahhhh….che soddisfazione.


La musica parte, la parola anche. In quel momento non vedo e non sento più nessuno solo il suo canto. Poi inizia la lettura da una voce fuori campo con sottofondo musicale, Lei ascolta come noi e fa dei movimenti con la testa, spalanca e chiude gli occhi come a ripetere dentro di sè i versi e così facendo si estàsia, mi giro per un attimo intorno per cercare consenso dagli altri, ma capisco che sono in pochi in sintonia con questa estasi. Sembra che se le parole non le pronuncia Lei non valgono e invece Lei le sente, sono le sue e ne ripete ogni parola ogni sillaba ogni attimo. Solo pochi, solo pochi.

Ho preso una strada che mi attrae, è una strada che non so dove mi porterà e forse questo non mi interessa. Quello che mi interessa è di mettere ogni giorno un seme come quello di oggi, dentro al mio cuore e che germogli sentimenti d’amore e di vita.
Questo è quello che c’è in me, se vogliamo di più, leggiamola.

Autostrada, vedo supermercati illuminati per le prossime feste, per spendere, per fame di qualcosa che ci soddisfi, che riempia il nostro vuoto. Vorrei tenermi questo momento di pieno, soddisfazione, pregno di amore. Vedo il cartellone verde,
Bergamo,
casa.

.

.

# 03

.

.

Neve di marzo

.

Neve di marzo

.

.

.

Marzo è davvero pazzerello.

Filastrocca di primavera,
più lungo è il giorno,
più dolce la sera.

Domani forse tra l’erbetta
spunterà la prima violetta.

Oh prima viola fresca e nuova,
beato il primo che ti trova,
il tuo profumo gli dirà:
la primavera è giunta, è qua.

Gli altri signori non lo sanno
e ancora in inverno si crederanno,
magari persone di riguardo,
ma il loro calendario va in ritardo.
.

Gianni Rodari

.

top

.

.

# 02

.

Vento

.

.

.

Vento forte che scuote gli alberi,
mulinelli di polvere,
in uno splendido sole con nubi gonfie
che viaggiano velocemente.

Sembra che il mondo voglia ripulirsi
da ogni cosa statica, ferma.

Appoggiato all’inferriata della scala,
il ramo del melograno
si agita al vento.

Azzurro,
forte arancio,
bianco,
grigio,
verde e ancora di più.
Non è tutto in ordine
allineato,

sembra si possa scegliere.

.

Top

.

# 01

.

3 Febbraio

.

 

.

E’ come un concerto
scrivi, riscrivi, correggi,
cancelli.
Senti che l’hai finito,
poi ci ripensi e sostituisci
note, brani, sembra un caos.
Poi accordo dopo accordo
ti accorgi che stai costruendo
qualcosa, una vita, la tua.
Ti rendi conto
che è un’armonia da concertare insieme a qualcuno.
E’ una storia che iniziò il tre
di molti anni fa
verso mezzogiorno,
quando decisi di cominciare me.


Sto ancora cancellando scrivendo
e riscrivendo…però è bello, sempre diverso.

.

.